Bonus idrico

Bonus sociale idrico

Avviso agli utenti

Con Delibera ARERA n.897/2017/R/idr del 21.12.2017 (cd. TIBSI) modificata dalle Delibere n.227/2018/R/idr del 5.4.2018 e n. 63/2021/R/com del 23/2/2021, cambia la modalità di richiesta del Bonus Sociale Idrico, già previsto in applicazione del DPCM del 13.10.2016 (gratuità del quantitativo minimo vitale di acqua, quantificato in 18,25 mc/abitante/anno).

 

Da quest'anno, infatti, per accedere al Bonus Sociale Idrico basta compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), quella necessaria ad ottenere la certificazione ISEE.

Viene così superato il vecchio meccanismo di bonus su richiesta.

A partire dal 1 gennaio 2021 l'INPS invierà automaticamente le informazioni al Sistema Informativo Integrato (SII), la banca dati che contiene informazioni utili a individuare le forniture sul territorio. In seguito attraverso l'incrocio dei dati trasmessi dall'INPS al SII, di quelli contenuti nel SII e nelle banche dati dei gestori idrici, saranno automaticamente individuate le forniture da agevolare ed erogati i bonus a chi ne ha diritto.

Per quest’anno le verifiche funzionali all'ammissione al Bonus Sociale Idrico 2021 saranno avviate a partire dal mese di luglio.

 

CHI PUO RICHIEDERE IL BONUS

Le condizioni soggettive per avere diritto ai bonus per disagio economico restano le stesse del 2020, cioè appartenere alternativamente ad un nucleo familiare:

  • con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  • con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  • titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza.

In aggiunta, uno dei componenti del nucleo familiare ISEE deve risultare titolare di una fornitura idrica per usi domestici attiva (o sospesa per morosità) o usufruire di una fornitura centralizzata idrica attiva e per usi domestici.

 

COME E QUANDO VIENE EROGATO

Il bonus sociale viene applicato direttamente in bolletta nel caso in cui uno dei componenti del nucleo familiare risulti intestatario di una fornitura diretta (individuale) con i requisiti di cui sopra.

Nel caso in cui invece il nucleo familiare usufruisca di una fornitura centralizzata (condominiale) viene riconosciuto l'intero importo alla famiglia disagiata una volta l'anno, con assegno intestato al componente del nucleo familiare che ha presentato la DSU e recapitato all'abitazione del nucleo familiare.

In caso di cessazione della fornitura l'ammontare del bonus restante verrà erogato in un'unica soluzione.

Si ricorda che ogni utente ha diritto ad un solo Bonus per anno.

Per ulteriori informazioni:

https://www.arera.it/it/consumatori/idr/bonusidr.htm

 

CALL CENTER COMMERCIALE
800.88.40.21 (gratuito da rete fissa)

PRONTO INTERVENTO
800.00.95.85 (gratuito da rete fissa e da cellulare - attivo 24 h su 24)

FAX E PEC
0817818190
segreteriagenerale@abcnapoli.telecompost.it

AGENZIE DI CITTA' (Sportelli al pubblico)
Via Argine, 929 - Napoli - 80147
Via Ventaglieri, 83 - Napoli - 80135

AUTOLETTURA
email: letture@abc.napoli.it
tel: 800884021

ANOMALIE SITO
gestione.web@abc.napoli.it

INFORMATIVA COOKIE
Informativa cookie link